mercoledì 29 maggio 2013

Antonio Borromeo fa tappa ad Anzio.



Antino Sanzone, presidente dell'associazione Pronto Soccorso Famiglie onlus, insieme con la sua associazione sta supportando la singolare marcia di protesta di un padre separato che attraverserà gran parte della nostra penisola a piedi raccogliendo firme a supporto di una petizione che sarà portata a Strasburgo per sensibilizzare il tribunale europeo su quelle che sono le problematiche legate all'attribuzione dei figli da parte della magistratura italiana, che non applica la vigente legge n. 54/06 in favore del collocamento usualmente alle madri limitando le frequentazioni di padri a semplici visite ad orari stabiliti. Antonio Borromeo (così si chiama questo papà) èvgiunto ad Anzio nella serata di martedì 28 maggio; di questa impresa se ne stanno occupando i media nazionali (RAI-TV, Mediaset, stampa nazionale e locale) e grande sprone è stato dato dal dep. Mara Mucci con cui sono stati a convegno il 27 aprile ad Imola. In richiesta di Sanzone, il Movimento 5 Stelle di Anzio ha deciso supportare questo evento mediante l'accoglienza ad Anzio ed il supporto logistico necessario ad Antonio Borromeo, considerato che il mattino successivo questo papà è ripartito per la tappa di Sabaudia. Durante quasi tutte le sue tappe è stato supportato dal Movimento 5 Stelle insieme con associazioni varie di padri, che non sempre sono presenti, a differenza del M5S sul territorio nazionale, dunque il gruppo di Anzio ha accolto con piacere questa iniziativa, offrendo ad Antonio una cena, insieme con tutti gli attivisti del movimento, a casa di Cristoforo Tontini; ringraziamo pubblicamente anche Massimo dell’Albergo “Villa Marina” per aver ospitato Antonio Borromeo per la notte, condividendo ed appoggiando il cammino di questo papà che combatte per il benessere di suo figlio e di tanti bambini che si trovano nella stessa situazione.