sabato 26 gennaio 2013

BANDO COMENIUS.



Scopo del progetto d’assistentato Comenius è affiancare gli insegnanti di una scuola europea nelle attività didattiche diventando ambasciatori della cultura e della lingua italiana. Il bando è rivolto a futuri insegnanti di qualsiasi materia. Partecipare ad un assistentato Comenius permette, infatti, di acquisire conoscenze e competenze utili per la futura carriera d’insegnante. L’assistente ha modo di ampliare la propria conoscenza d’altri paesi europei e dei loro sistemi educativi, di migliorare le proprie competenze didattiche e conoscere altre lingue e culture sul campo. Gli assistenti non sono considerati insegnanti a tutti gli effetti, per questo il loro compito è di assistere durante le lezioni e le altre attività didattiche (si raccomanda un massimo di 12-16 ore / attività didattiche settimanali). Fra le varie attività che un assistente può svolgere ricordiamo le principali: assistere durante le ore di lezione e contribuire alle varie attività didattiche; insegnare la propria lingua madre e fornire informazioni sul proprio paese d’origine Insegnare la lingua o le lingue straniere conosciute; insegnare la disciplina oggetto dei propri studi; sviluppare e realizzare altri progetti comunitari (gemellaggi elettronici eTwinning, partenariati scolastici Comenius, partenariati Comenius Regio); fornire sostegno ad alunni con particolari esigenze educative o bisognosi di un sostegno particolare; introdurre e rafforzare la dimensione europea nell’istituto ospitante. Tra le destinazioni vi sono tutti e 33 i paesi che partecipano a LLP. La durata  va da un minimo di 13 ad un massimo di 45 settimane, da effettuarsi entro l’anno scolastico 2013/2014. Gli assistenti Comenius possono lavorare in più di una scuola (massimo tre), sia per dare maggiore varietà al loro lavoro, sia per far fronte alle necessità particolari di scuole vicine. Per candidarsi consultare le documentazioni nel sito ufficiale, leggendo attentamente tutte le informazioni. Nel modulo di candidatura è possibile indicare preferenze per quanto riguarda il Paese di destinazione, il tipo di scuola e l’età degli alunni. Gli assistenti sono selezionati dalle Agenzie nazionali del paese del candidato in conformità a criteri di valutazione comuni a livello europeo e di priorità nazionali.